In-bag morcellement o estrazione transvaginale dopo miomectomia laparoscopica?

30 luglio 2018

Un recente studio pubblicato da Boza et al. su Surgical innovation ha confrontato gli outcomes dell’in-bag morcellement rispetto all’estrazione transvaginale dopo miomectomia laparoscopica.

Le 62 pazienti arruolate sono state matchate in rapporto 1:1 in base alla dimensione del mioma, tra due gruppi: una coorte “storica” (retrospettiva) di casi con estrazione transvaginale, e una coorte prospettica di casi con in-bag morcellement, dopo miomectomia laparoscopica.

Secondo i risultati di questo studio, il tempo di estrazione del pezzo chirurgico è stato minore nel gruppo dell’estrazione transvaginale (media 10 minuti) rispetto all’in-bag morcellement (media 17 minuti). Il tempo richiesto per il posizionamento degli strumenti è stato in media 9.7 minuti per il gruppo con in-bag morcellement, rispetto ad una media di 0.5 minuti del gruppo con estrazione transvaginale. La necessità di somministrazione di analgesici aggiuntivi è stata maggiore nel gruppo con in-bag morcellement (72%), rispetto al gruppo con estrazione transvaginale (42%). Infine, il costo totale dell’ospedalizzazione è stato significativamente più alto nel gruppo con in-bag morcellement, rispetto al gruppo con estrazione transvaginale.

In considerazione di questi dati l’estrazione transvaginale sembra comportare una riduzione dei tempi chirurgici, del dolore post-operatorio e dei costi di ospedalizzazione, rispetto all’in-bag morcellement, dopo miomectomia laparoscopica.

Leggi l’abstract dello studio.

 

Autore: Antonio Simone Laganà, Direttore Scientifico ISE